Chiocciola


Saetta di traditi amori,
zingara solitaria di smarrite nebbie
trincerate nei Diluvi Universali,
battello contro corrente in limacciosi fiumi
e screziata mongolfiera di piccoli celi verde mare,
molle ingegnere di meccaniche a fulminea propulsione.
Chiocciola,
cornuta medusa terrestre,
saggio budino e nonno degli insetti
confusa spesso con tua sorella negra
maestra di argentei viali.
Dicono di te che non vai molto lontano
e tardi arrivi agli amorosi appuntamenti,
(sarà forse per questo che sei cornuta?).
Ma io sono in disaccordo
perché ho scoperto che arrivi da lontano
e quando smette l’acquazzone
già sei cinta nell’alloro,
io eterno secondo arrivo appena prima del sole.